LOGO EIA

Le attività dell'EIA

Seminario Internazionale EIA
Ecole Internationale Aucouturier

24 - 25 - 26 agosto 2017

Hotel Alliance - 15 rue Édouard Vaillant - 37000 Tours (France)

Tema generale del Seminario

La Formazione alla PPA

Bernard Aucouturier ha creato sia la PPA che la Formazione alla PPA. Non si tratta di una formazione accademica, perché mette in evidenza la persona impegnata nel suo percorso di formazione. Questa formazione ricerca sempre l'integrazione dei tre livelli: personale, teorico e pratico.

  • Il formatore
  • Il quadro della formazione
  • Il dispositivo istituzionale
  • L'autovalutazione
  • La pedagogia dell'appropriazione delle conoscenze
  • La formazione personale:
    • i due livelli della formazione personale
    • la metodologia
    • i contenuti
    • la simbologia del gioco e il gioco di drammatizzazione, valore e obbiettivi
    • il trinomio
    • la pedagogia

Metodologia di lavoro

I formatori (assieme agli Specialisti presenti) lavoreranno sulla filosofia, sulla metodologia, sui contenuti, sulla pedagogia della formazione. Sarà favorito il lavoro di gruppo come un'occasione di riflessione e di ripresa dei contenuti esposti nel corso della giornata.

P.S. Il Seminario sarà in lingua francese con traduzione in italiano.

Giovedì 24 agosto 2017 h. 17.00 - 20.00

h. 17.00 - 18.00

  • Accoglienza dei partecipanti
  • Apertura del Seminario da parte del Presidente Prof. Bernard Aucouturier
  • Presentazione del programma del Seminario Internazionale

h. 18.00 - 19.30

  • Relazione del Presidente Prof. Bernard Aucouturier (1a parte) sul tema:
    • Il formatore
    • Il quadro della formazione
    • Il dispositivo istituzionale
    • L'autovalutazione
    • La pedagogia dell'appropriazione delle conoscenze

h. 19.30 - 20.00

  • Lavoro di gruppo: formazione dei gruppi e prima sintesi dei contenuti trattati

Venerdì 25 agosto 2017 h. 9.00 - 13.00 e 14.30 - 18.30

h. 9.00 - 11.00

  • Relazione del Presidente Prof. Bernard Aucouturier (2a parte) sul tema "La formazione personale":
    • i due livelli della formazione personale
    • la metodologia
    • i contenuti
    • la simbologia del gioco e il gioco di drammatizzazione, valore e obbiettivi
    • il trinomio
    • la pedagogia

h. 11.00 - 11.30 Pausa

h. 11.30 - 13.00

  • Lavoro di gruppo per elaborare la sintesi dei contenuti trattati
  • Esposizione dei gruppi e restituzione da parte del Presidente

h. 13.00 - 14.30 Pausa pranzo

h. 14.30 - 15.15

  • Relazione della Formatrice Marisa Giay sul tema: "Formatore di potere o formatore Potente?"

h. 15.15 . 16.00

  • Relazione della Formatrice dott.ssa Gabriella Andreatta sul tema: "Una riflessione sul concetto di forma nella Formazione Personale in PPA"

h. 16.00 - 16.30 Pausa

h. 16.30 - 17.15

  • Relazione della Commissione Ricerca e Documentatione sul tema: "Educazione e formazione nell'epoca post-moderna"

h. 17.15 - 18.30

  • Lavoro di gruppo per elaborare la sintesi dei contenuti trattati
  • Esposizione dei gruppi e restituzione da parte del Presidente e dei relatori

Sabato 26 agosto 2017 h. 9.00 - 13.00

h. 9.00 - 9.45

  • Relazione della Formatrice M.me Cochelef sul tema: "Strategie di formazione in Sud Africa"

h. 9.45 - 10.45

  • Relazione del dott. Mauro Polacco sul tema: "Recenti acquisizioni neuroanatomiche e neurofisiologiche sul gioco"

h. 10.45 - 11.45 Pausa

h. 11.45 - 12.30

  • Lavoro di gruppo per elaborare la sintesi dei contenuti trattati
  • Esposizione dei gruppi e restituzione da parte del Presidente e dei relatori

h. 12.30 - 13.00

  • Chiusura del Seminario da parte del Presidente Bernard Aucouturier

Seminario Internazionale EIA
Pratica Psicomotoria Aucouturier
dedicato agli Specialisti in PPA - EIA

8 settembre 2017

L'Aiuto Psicomotorio a piccolo gruppo in un quadro istituzionale scolastico e nei centri privati

Promosso dall'EIA - École Internationale Aucouturier

Con la partecipazione del Prof. Bernard Aucouturier

Programma

Ore 8.30 Accoglienza dei partecipanti

Ore 9.00 Inizio dei lavori

  • Le direttive istituzionali
  • Presentazione di un intervento, tramite filmato, da parte degli Specialisti

Ore 10.30 Coffee break

Ore 11.00

  • Lavoro in équipe di analisi del lavoro presentato

Ore 13.00 Pausa pranzo

Ore 14.30

  • Restituzione del lavoro di équipe
  • Intervento del Prof. Aucouturier
  • Presentazione di un intervento, tramite filmato da parte degli Specialisti
  • Un lavoro in équipe di analisi del lavoro presentato

Ore 16.00 Coffee break

Ore 16.30

  • Restituzione del lavoro di équipe
  • Intervento del Prof. Aucouturier

Ore 18.00 Chiusura dei lavori

Note importanti

Il seminario è dedicato esclusivamente agli Specialisti in PPA. Fa parte dei compiti che ogni specialista ha sottoscritto nel momento che ha accettato di essere specialista PPA. Il seminario è gratuito per gli Specialisti.

Per motivi organizzativi l'iscrizione dovrà pervenire entro il 10 giugno 2017.

Il seminario si svolgerà presso l'Hotel Palladio, in Via Antonio Gramsci 2, Bassano del Grappa (VI), Italia.

Si è pensato di fare cosa gradita organizzando sia i coffee break che il pranzo, presso l'Hotel Palladio al fine di consentire a tutti i partecipanti di vivere tranquillamente la giornata incontrando colleghi e amici anche nei momenti di pausa.

Il costo totale del pranzo e coffee break è di € 18,00.

Si augura a tutti un felice e fruttuoso seminario.


Assemblea Generale dell'EIA Tours agosto 2016

Il 27 e 28 agosto 2016, a Tours - Francia, si è svolta la quinta Assemblea Generale dell'EIA.

Erano presenti i formatori provenienti dal Canada - Quebec, dal Brasile, dal Belgio, dalla Spagna, dall'Italia e dalla Francia, nonchè i cinque nuovi formatori italiani che con questa assemblea sono diventati membri effettivi dell'EIA.

È stato un incontro importante per il funzionamento e il governo dell'EIA e per l'espansione della PPA.

Tra i temi principali di cui si è discusso emergono i seguenti:

  • le attività dei centri di Formazione,
  • il funzionamento dei centri PPA,
  • la partecipazione attiva degli specialisti alla vita della PPA,
  • il funzionamento dei vari ruoli del formatori dell'EIA,
  • il rinnovo delle cariche.

Il Presidente Bernard Aucouturier si è felicitato per l'ottimo lavoro svolto da tutti i partecipanti.


Seminario Internazionale EIA
Pratica Psicomotoria Aucouturier
Dedicato agli Specialisti PPA - EIA

30 giugno 2016

Promosso dall'EIA - École Internationale Aucouturier

Relatore: Prof. Bernard Aucouturier

Programma

Ore 8.30 Accoglienza dei partecipanti

Ore 9.00 Inizio dei lavori

  • Il quadro istituzionale dell'EIA
  • Lo spirito che anima l'EIA

Ore 11.00

  • Come mantenere e sviluppare la PPA?
  • La formazione degli specialisti PPA

Ore 14.00

  • La formazione che sviluppa la PPA: i due livelli della PPA - i tre moduli della formazione
  • Le condizioni per potersi considerare specialisti alla PPA
  • Le condizioni a cui lo specialista dovrà attenersi se vuole aprire un centro PPA - EIA
  • Un lavoro di riflessione a piccolo gruppo

Ore 16.30

  • Perché la formazione continua dello specialista?
  • Aspetti deontologici ed etici della professione dello specialista alla PPA

Ore 18.00 Chiusura dei lavori


Atti del primo Convegno EIA per i Centri PPA

La Pratica Psicomotoria Aucouturier nel contesto privato

Condizioni, fattori e progetto che la definiscono Pratica Psicomotoria educativa e preventiva

L'Esperienza dei Centri PPA riconosciuti come “Centro PPA reconnue par l'EIA”

11-12-13 aprile 2014

Presso il Centro PPA “Centro Evoluzione Espressività”, Camposampiero, Padova (Italia)

Sin dalle sue origini, l'EIA (Ecole Internationale Aucouturier) si è sviluppata su un unico obiettivo: mantenere lo sviluppo della PPA attivo e coerente con la metodologia Aucouturier, secondo le linee tracciate dal suo autore in tutti i suoi livelli: dalla Formazione alla Pratica Psicomotoria diretta coi bambini.

Non è una pretesa di ortodossia passiva, assoggettata ad un pensiero già compiuto; piuttosto si tratta di una ricerca che intende una partecipazione attiva dei suoi attori (gli psicomotricisti specialisti PPA e i Formatori PPA) per sviluppare un movimento di scambio e ricerca intorno ad una Pratica Psicomotoria viva e vivente. La promozione di un Convegno dei Centri PPA è stata pensata e organizzata per accogliere quanto ciascun membro dell'EIA può aver intrapreso a livello di conoscenza diretta o indiretta della PPA sviluppata nei Centri privati, riconosciuti come contesti garanti della stessa.

Che la PPA si sviluppi in contesti privati è una realtà, osservabile e concepibile a partire da alcuni fattori:

  • la scuola promuove la PPA educativa-preventiva solo se ne ha compreso i suoi significati e la funzione vera a livello pedagogico e preventivo. In tal senso la coerenza pedagogica tra la quotidianità e la seduta di Pratica Psicomotoria sono integrate e vissute con armoniosità dal bambino che può vivere complessivamente la sua modulazione secondo l'itinerario “dall'esperienza al concetto”. È altresì da considerare che la scuola non è più considerata, come nel passato, la maggiore agenzia educativa dopo la famiglia. Attuali ricerche e studi la definiscono come una delle istanze educative che contribuisce al pieno sviluppo del bambino ed è interlocutore a cui è richiesto; le è richiesto di sapersi confrontare con altre agenzie educative.
  • I genitori domandano un accompagnamento-aiuto alla maturazione dei figli quali primi responsabili della loro educazione e crescita. Tale richiesta si indirizza direttamente allo specialista PPA, senza intermediari, differentemente dall'istituzione scolastica. La domanda del genitore richiede uno studio e una specificazione per tradurne il senso effettivo e la risposta più consona.
  • I Centri privati esistono! Si ritiene necessario un serio approfondimento e la costituzione di un quadro che riconosca come Centri PPA i contesti che adempiono alle condizioni previste dall'EIA, con specialisti PPA che si orientano ad una continua formazione permanente.

Si è voluto un Convegno dei Centri PPA, aperto a tutti, con l'apporto di formatori e non, che potesse accompagnare verso una riflessione sulla Pratica Psicomotoria Aucouturier nel privato e sullo sviluppo di esperienze “oltre la PPA” che sono sviluppate nei Centri con attenzione e coerenza. Durante il convegno si sono svolti quattro atelier condotti dagli operatori dei Centri PPA: Centro “Crescere” di Torino, Centro “Globo” di Brescia, Centro “Cassola Solidale” di S. Giuseppe di Cassola (VI), “Centro Evoluzione Espressività” di Camposampiero (PD).

La soddisfazione per la partecipazione delle persone, per i copiosi apporti donati dai relatori e per il clima di scambio e di interazione sorto, hanno ancora una volta alimentato l'idea che la PPA, oltre a rispondere come aiuto alla maturazione psicologica del bambino tramite la via motoria, dinamizza sinergicamente lo scambio e la ricerca fra gli psicomotricisti e altri professionisti dell'educazione e dell'aiuto. Si ringraziano tutti i relatori intervenuti:

  • i Formatori: il Prof. Bernard Aucouturier, Roger Dodemont, Sonia Compostella, Arnulfo Vazquez Camarillo, Gabriella Andreatta, Marisa Giay, Michelle Kocheleff;
  • il Neuropsichiatra Dott. Mauro Polacco;
  • gli Specialisti in PPA: Guillermo Castaneda, De Rocco Emanuela, Giulia Tieto, Stefania Ussagi, Francesca Ganzina, Garzena Annalisa, Chiara Fossati;
  • Iuliana Sucea, Silvia Rebesco (operatori in Formazione PPA presso il Centro Arfap di Bassano del Grappa);
  • le Specialiste PPA Emanuela Franzin e Francesca Ganzina per la stesura scritta delle relazioni.

Formatrice PPA Lorella Moratto

Sintesi degli interventi

Si riporta in sintesi l'excursus degli interventi che si sono susseguiti nel corso delle tre giornate.

Il Dott. Mauro Polacco, neuropsichiatra, ha introdotto la prima giornata con un itinerario di autori, tramite cui ha accompagnato la platea ad appropriarsi di uno sguardo filosofico - umanistico, da cui sorge la PPA.

A seguito il Prof. Bernard Aucouturier ha posto una questione fondamentale: “il neonato è soggetto dell'altro?”, richiamando il valore dell'illusione e le condizioni affinché il bambino sia Soggetto, prima ancora di essere nella condizione di manifestare la propria intenzionalità. L'illusione ed il suo percorso verso la disillusione sono i due poli sui quali si muove il processo di decentrazione tonico-emozionale.

L'intervento del Formatore Arnulfo Vasquez Camarillo ha messo in luce i caratteri della Pratica Psicomotoria educativa nell'istituzione scolastica e il legame con il progetto pedagogico scolastico. Il richiamo alla Prevenzione, secondo il quadro teorico di I. Darrault, evidenzia l'attenzione da porre al Bambino Soggetto-Persona, Soggetto sociale, Soggetto cognitivo e Soggetto istituzionale. A queste quattro istanze mira la PPA e tutto il valore preventivo che tiene. L'intervento ha, infine, risaltato la funzione della Formazione, quale mezzo per sviluppare la propria attitudine ed evitare la deformazione della PPA.

L'intervento del Formatore Roger Dodemont ha condotto i partecipanti a ripensare il proprio personale excursus storico. Un ritorno verso la terra, così egli ha rinominato l'arcaico, per comprendere il senso delle azioni e i loro effetti. Il suo contributo ha chiarito che la PPA è una filosofia di vita ed implica delle scelte. Così pure la costituzione di un Centro PPA, che sviluppa l'idea del Centro come una rappresentazione del Centro stesso.

L'apporto della Formatrice Michelle Kocheleff ha trasmesso, con vivo e partecipato interesse da parte dei partecipanti, la sua esperienza di sviluppo della PPA in Sud Africa. Ha posto in luce come la PPA abbia degli effetti oltre la seduta, quando sono i bambini stessi a cambiare le regole relazionali in famiglia. In un certo senso l'intervento di Michelle ha dato corpo a quanto Mauro Polacco aveva preannunciato nel suo iniziale intervento: la PPA può esprimersi nella sua essenza pur declinandosi a seconda della cultura.

L'intervento della Formatrice Sonia Compostella ha puntualizzato i caratteri specifici della scelta di aprire un Centro PPA privato. Il privato che diviene pubblico si fa promotore di Cultura ed in tal senso richiama ad una forte responsabilità del proprio operare, che è strettamente collegato alla propria formazione e al progetto che il professionista fa e crea per sé. Se investire la propria professione nel privato significa un passo di autonomia importante, la Formazione presuppone che il professionista sia capace di una certa dipendenza da cui prende forma la Domanda, in una responsabilità che si gioca fra i due poli.

La Formatrice Lorella Moratto ha posto l'accento sulla domanda diretta che il genitore pone al centro privato. È una domanda che deve essere analizzata e schiarita per evitare di colludere con i genitori stessi. Nei centri privati il riconoscimento del Soggetto bambino va oltre la domanda del genitore, da cui la necessità di una riflessione su come si pensa, si compone, si struttura la PPA nel centro privato.

L'intervento della Formatrice Gabriella Andreatta ha ripuntualizzato l'essenza della PPA educativa, il suo valore per l'accompagnamento alla maturazione del bambino, ponendo in luce il dispositivo della seduta. I punti chiave della sua relazione sono stati:

  • la PPA è una filosofia perché ricerca il meglio senza mai saturarsi;
  • la conoscenza del bambino si studia con la formazione e la ricerca;
  • la PPA è un concetto di formazione del bambino come essere capace di stare al mondo e di diventare capace di essere quello che vuole. La sottolineatura dell'importanza dell'accoglienza della pulsionalità, e la visione della seduta come diverse possibilità di rappresentazione di sé.

Primo Seminario Internazionale dopo la sua costituzione

La Scuola Internazionale Aucouturier ha tenuto il suo primo Seminario Internazionale il 13 e 14 ottobre 2011 a Tours in Francia, con la partecipazione delle formatrici e dei formatori EIA, nonché di altre persone invitate e con interesse alla PPA, provenienti da nove paesi:

Sudafrica

  • Freestone Lynn, PEISA
  • Kocheleff-Hoffman Michelle, PEISA

Belgio

  • Dodemont Roger, Liegi
  • Reinartz Anne, Kettenis

Cile

  • Rodriguez Aceituno Pamela

Spagna

  • Dominguez Sevillano Miguel Angel, PEI EIP, Paesi Baschi
  • Melendez Rubio Luis, Barcellona
  • Urritia Iosu, PEI EIP, Paesi Baschi

Francia

  • Aucouturier Bernard, Saint-Cyr-Sur-Loire

Italia

  • Andreatta Gabriella, ARFAP, Bassano del Grappa
  • Cenerini Grazia, CNRPP, Milano
  • Compostella Sonia, ARFAP, Bassano del Grappa
  • Moratto Lorella, ARFAP, Bassano del Grappa

Messico

  • De Jesus Ochoa Tabares Jose, CEFOP, Morelia
  • Rodriguez Marisela, CEFOP, Morelia
  • Segundo Duenas Alfonso, CEFOP, Morelia
  • Vàzquez Camarillo Arnulfo, CEFOPPA DF

Perù

  • Silvia Soledad Ulloa Delgado, ASIR, Lima
  • Villalobos Patricia, DESCUBRIR, Lima

Portogallo

  • Fernandez Jorge

Canada

  • Blouin Caroline, Québec
  • Gagnon Gaètan, Québec
  • Gravel Suzanne, Québec
  • Tremblay Jackie, Québec

Temi sviluppati

  • La presentazione dell'EIA: l'origine della sua creazione, la situazione attuale;
  • la formazione alla PPA educativa e preventiva nei differenti paesi;
  • la presentazione di ogni formatrice e di ogni formatore, i corsi realizzati nei centri di formazione;
  • i centri di PPA;
  • le grandi linee della PPA: i formatori, la formazione, la pratica.

Interventi liberi

La dimensione filosofica della PPA - formatrice Gabriella Andreatta, ARFAP.

La pedagogia della formazione e l'apertura alla disponibilità e a un percorso di formazione: dalla disponibilità corporea al senso dell'aiuto psicomotorio - formatrice Lorella Moratto, ARFAP.

La pedagogia e la metodologia della formazione: alcune situazioni proposte nel percorso del secondo e terzo anno della formazione. Come appropriarsi dell'attitudine, dell'ascolto interattivo che da forma al sistema d'attitudine professionale della PPA - formatrice Sonia Compostella, ARFAP.

I principi della formazione alla PPA educativa e preventiva: dalla formazione personale alla teoria della pratica - formatore Arnulfo Vàzquez Camarillo, CEFOPPA DF.

Assemblea Generale, Tours, 2013